Servizi
   

 Articoli anno corrente | Pagina precedente

Data 30/01/2009
Titolo Rimossa la roulotte del sesso mercenario
Sezione Servizi

ALTOPASCIO – Blitz della polizia municipale di Altopascio alla roulotte del sesso mercenario maschile, nei pressi dell’uscita dell’autostrada. Durante i controlli nei giorni festivi dei vigili urbani, è stato stroncato un traffico di prestazioni a pagamento con l’utilizzo di un caravan piazzato in una zona appartata, dove diversi uomini si offrivano a rotazione ai molti clienti che ormai conoscevano il posto. All’amministrazione comunale erano arrivate delle segnalazioni sul giro un po’ particolare che ruotava intorno nella zona industriale di Altopascio, in via dei Sandroni. Le voci parlavano anche di spaccio di droga. Il sindaco di Altopascio Maurizio Marchetti, nonostante il periodo natalizio, ha predisposto una serie di controlli accurati che hanno portato alla rimozione della roulotte nel giro di poche ore e all’interruzione degli incontri sessuali a luci rosse, mentre proseguono le indagini per capire se ci fosse il commercio di droga e chi lo gestisse. L’operazione si è rivelata efficace, con il coordinamento del vicecomandante della polizia municipale Domenico Gatto. Le forze dell’ordine hanno trovato uomini in inequivocabile atteggiamento. Una volta avvistati gli agenti si sono precipitati all’esterno fuggendo. L’utilizzo di sofisticate apparecchiature elettroniche per cercare di trovare elementi utili alla identificazione degli utilizzatori della roulotte, (sarà rottamata in un centro autorizzato) ha escluso che all’interno del veicolo si spacciasse la droga, ma le indagini vanno avanti e non si escludono novità. “Nonostante le festività natalizie gli agenti della polizia municipale guidati da Domenico Gatto hanno svolto un ottimo lavoro – commenta Marchetti - e hanno eliminato una situazione sgradevole e pericolosa. Il monitoraggio continuo del territorio ci ha portato a intervenire tempestivamente prima che la situazione degenerasse”. Per il momento non ci sono denunce, anche se l’attività investigativa prosegue.

Massimo Stefanini



ALTOPASCIONEWS -© 2001/2008